06/03

Settembre

Novembre

Jean-Marc Caimi &

Valentina Piccinni

This Land is My Land

Nella Penisola Salentina, in Puglia, il batterio killer Xylella distrugge ettari di oliveti.
Insieme agli alberi, il dilagare di questa "peste" sta annientando l'eredità culturale e l'economia di un'intera popolazione. I fotografi Jean-Marc Caimi e Valentina Piccinni, hanno vissuto a stretto contatto con le donne, gli uomini e i luoghi vittime dell'emergenza ambientale e attraverso un ampio racconto fotografico hanno documentato questa profonda crisi, che innesca un cambiamento epocale nel territorio e nelle persone.
"This Land Is My Land" (Questa terra è la mia terra) è stato interamente realizzato in pellicola
ed è composto da più capitoli fotografici. Un ulteriore capitolo del lavoro è rappresentato dalle testimonianze scritte lasciate sul diario dei fotografi che insieme a Polaroid di reperti, simboli e ricordi, compongono frammenti di vita di una comunità che rischia di perdere la propria identità.

In the Salento peninsula, in Puglia, the killer bacteria Xylella is killing hectares of olive groves. Together with the trees, this “plague” is destroying the economy and cultural heritage of a whole population. Photographers Jean-Marc Caimi e Valentina Piccinni, have lived closely with the women and men that are victims of such an environmental plight and with a broad photo essay have been documenting the deep crisis that is causing a historic change in the land and the people.

"This Land Is My Land" has been fully produced with negative film and is made of various photo chapters. Another chapter includes the written testimonies left on the photographers’ diary. Together with Polaroids of remains, symbols and souvenirs, they recreate fragments of a community’s life that is at risk of losing its identity.

Valentina Piccinni e Jean-Marc Caimi iniziano la loro collaborazione nel 2013 realizzando progetti fotografici focalizzati sulle grandi tematiche contemporanee oltre a progetto a sfondo più intimo e personale.

Valentina Piccinni and Jean-Marc Caimi began their collaboration in 2013 working on photo project that deal with important contemporary issues as well as more intimate and personal projects.

1/1