National Geographic

SEE THE SEA YOU USUALLY DONT SEE

Le specie “aliene”, così chiamate poiché provenienti da altri ambienti, si muovono furtive e spesso di notte. Possono passare inosservate ma quando iniziamo a vederle nelle nostre acque, ormai è troppo tardi. Le creature fotografate e esposte nella mostra subacquea, sono notturne. Alcune vivono in acque tropicali, ma non è escluso che esse stesse possano essere tra le prossime a invadere il Mediterraneo a causa del riscaldamento globale. 

Testo di Giovanni Chimienti, Biologo Marino e Zoologo presso il Dipartimento di Biologia dell’Università Aldo Moro di Bari e National Geographic Explorer

The 'aliens’ species, called in this way because they come from other environments, move stealthily and often at night. They may go unnoticed but when we start to see them in our waters, it is already too late. The creatures photographed and exhibited in the underwater exhibition are nocturnal. Some live in tropical waters, but it is not excluded that they may be among the next ones to invade the Mediterranean due to global warming.

Text by Giovanni Chimienti, Marine Biologist and Zoologist at the Department of Biology of the University of Bari “Aldo Moro” and National Geographic Explorer. 

In collaborazione con National Geographic 

Foto di David Doubilet and Jennifer Hayes

07/01

Agosto

Novembre