©Salvatore Vitale_Press 01_MAIN .jpg

SALVATORE

VITALE

DECOMPRESSED PRIMS

Decompressed Prism costituisce una nuova tappa della riflessione artistica di Salvatore Vitale sulla tecnologia. L’installazione digitale si presenta come un prototipo, in cui viene negata la possibilità di ricomporre tutti i frammenti in un unico luogo e in cui la combinazione di elementi di fantasia e documentari, archivi video, testi, sound design e dati reali disegna uno spazio incerto e malizioso.

 

 

Salvatore Vitale (Palermo, Italia, 1986) è un artista, editore ed educatore svizzero. Nella sua variegata pratica artistica e di ricerca, il lavoro di Vitale si concentra sullo sviluppo e la complessità delle società moderne che esplorano le strutture di potere, le cosmologie politiche e la mediazione tecnologica, facendo uso di un’analisi documentaria ampliata che include elementi di finzione, narrazione speculativa e l’uso di molteplici forme visive.

“Decompressed Prism” is a new step in Salvatore Vitale’s artistic reflection on technology. The digital installation is presented as a prototype, in which the possibility of recomposing all the fragments in one place is denied and the combination of fictional and documentary elements, video archives, text, sound designs and real data creates an uncertain and mischievous space.

 

Salvatore Vitale (Palermo, Italy, 1986) is a Swiss-based artist, editor and educator. In his multi-layered artistic practice and research, Vitale’s work focuses on the development and complexity of modern societies exploring power structures, political cosmologies and technological mediation, whilst making use of expanded documentary analysis, including elements of fiction, speculative storytelling and the use of multiple visual forms.

PRH_CD_RGB_magenta_IT_LOGO.png